Fanucci a colloquio col Premi Nobel Lech Walesa

walesa

“L’anno in cui ha vinto il Nobel per la Pace, è lo stesso in cui sono nato io”, sorride Edoardo Fanucci, a colloquio con Lech Walesa, sindacalista e attivista per i diritti umani, Premio Nobel nel 1983 e presidente della Polonia fino al 1995.

La conversazione telefonica si è svolta ieri mattina negli uffici del vicesindaco in palazzo comunale. Con l’aiuto di un’interprete polacca, Caterina Falkowska, i due si sono confrontati su temi di stretta attualità, dal destino dell’Unione Europea, all’impegno dei giovani in politica.

“Quando gli anziani collaborano con le nuove generazioni, tutto diventa possibile. Cosa farà quando, come me, avrà 70 anni?”, ha chiesto Walesa. “Scommetterò sui giovani”, è la replica del vicesindaco, che ha anche ottenuto il sostegno morale dell’ex capo di stato polacco: “Se potrò votare, sicuramente sceglierò te!” ha scherzato.

Fanucci, quindi, ha invitato Walesa a Montecatini per una visita ufficiale. “Confrontarmi con un uomo come Lech Walesa, che a soli 37 anni, da solo, osò sfidare il regime sovietico, è stato un onore e una grandissima emozione. Spero davvero che un giorno possa venire a trovarci, per portare a Montecatini un po’ della sua esperienza”, ha concluso il vicesindaco.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


7 + = dieci

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

email-32facebook-43wikipedia youtube-21