Newsletter - Di corsa per il Sì
È iniziata l'ultima settimana di campagna referendaria prima del voto. Sono i sette giorni più importanti degli ultimi trenta anni. Gli italiani decideranno se dire addio al bicameralismo paritario, tagliare il numero dei parlamentari e i costi della politica. In altre parole, se cambiare l'Italia o lasciare tutto così com'è. Di corsa per il Sì Nelle ultime settimane ho girato il territorio in lungo e largo, Di corsa per il Sì, senza mai risparmiarmi un attimo. È stata un'esperienza ...
Cosa aspetti? Basta un Sì - Intervista al mensile Il Cittadino
Il referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre rappresenta per l’Italia un’occasione di cambiamento epocale. Due sole possibilità: chi vuole un Paese più semplice, giusto e con meno sprechi, vota Sì; chi, invece, vuole lasciare tutto così com’è, vota No. Per comprendere davvero il merito della consultazione referendaria è necessario leggere il quesito che gli italiani troveranno sulla scheda elettorale: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente disposizion...
Sicurezza: più poliziotti sul territorio, depositata la risoluzione
L'attenzione riservata dal governo alla sicurezza e al lavoro delle forze dell'ordine rappresenta una chiara inversione di rotta rispetto al passato. Con la legge di stabilità 2016, ad esempio, si è anticipato al 1° marzo 2016, rispetto al 1° ottobre, il termine a partire dal quale poter effettuare assunzioni straordinarie anche nella Polizia di Stato. La misura ha coinvolto, in tutto, 2.500 unità. Tale impegno sta ora proseguendo con la legge di bilancio 2017 dove si prevede, tra le altre...
Di corsa per il Sì, insieme per cambiare l’Italia
  Il referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è decisivo. Il risultato dipende da tutti noi, dall’impegno che riusciremo a mettere in campo. Il quesito è molto semplice: chi vota Sì supera il bicameralismo paritario, riduce il numero dei parlamentari, contiene i costi delle Istituzioni, cancella il Cnel, ridefinisce con chiarezza e certezza le competenze di stato e regioni.   Serve una grandissima mobilitazione: i cittadini che hanno voglia di cambiare, in meglio, l’...
Newsletter: Basta un Sì - Insieme per cambiare l'Italia
Il nuovo terremoto che ha colpito il Centro Italia è l'ennesima dura prova che queste popolazioni sono costrette ad affrontare. Non si registrano vittime, ma l'impatto e la violenza del sisma sono stati fortissimi. Il nostro cuore e tutto il nostro lavoro dovrà essere rivolto a questi territori. La priorità è la messa in sicurezza delle persone, dei migliaia di sfollati che sono stati costretti ad abbandonare la propria abitazione. Superata la fase dell'emergenza, è doveroso avviare la r...

archivio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

email-32facebook-43wikipedia youtube-21

Quanto manca al Referendum?

giorni
0
-3
ore
-1
0
minuti
-5
-5
secondi
-5
-6