La forza dei comitati: strumento DEL partito, non CONTRO il partito

fanucci-renzi
Fra pochi giorni, alla ripresa dei lavori, il Governo ed il Parlamento saranno chiamati a scelte decisive per il destino della nostra amata Italia.
I nostri concittadini attendono decisioni concrete e definitive sull’IMU, sull’aumento dell’IVA e sul problema della disoccupazione. Ci attende un autunno impegnativo, in cui sarà fondamentale fornire le risposte adeguate di cui Paese necessita.

Anche il Partito Democratico è chiamato a scelte determinanti per il proprio futuro. Il congresso indicherà quale strada il maggior partito riformista italiano intenda percorrere e selezionerà, mi auguro attraverso il contributo di tanti iscritti ed elettori, il nuovo Segretario.

Le aspettative sono molteplici e l’entusiasmo che candidature e proposte programmatiche stanno generando rappresentano linfa vitale per la nuova Politica di cui vogliamo renderci protagonisti. Negli ultimi giorni, anche sul nostro territorio, tanti e nuovi comitati “Adesso”, in sostegno della candidatura di Matteo Renzi, hanno visto la luce. Intendo ringraziare sinceramente i promotori per l’entusiasmo con cui hanno contribuito a liberare energie nuove che difficilmente attraverso il partito tradizionale sarebbero emerse con questo vigore.

I comitati rappresentano uno strumento DEL partito, non CONTRO il partito. Non si tratta del “secondo tempo” di una sfida iniziata con le primarie dello scorso novembre fra Renzi e Bersani, ma l’occasione per cogliere nuove opportunità.
Lo dico con tutta l’onestà e la schiettezza che hanno sempre caratterizzato il mio impegno in politica: prima di tutto e di tutti c’è, e ci sarà sempre, il PARTITO DEMOCRATICO.
Dobbiamo avere la forza e il coraggio di superare sterili personalismi, antichi veti incrociati e stucchevoli logiche correntizie. Solo così riusciremo ad interpretare, con credibilità e autorevolezza, la proposta di cambiamento che ha distinto il PD fin dalla sua nascita.

L’obiettivo di tutti è far risorgere i valori alla base del PD originario, senza “rottamare” nessuno o rinunciare all’esperienza di chi ha contribuito nel tempo a costruire la sinistra italiana. I migliori testimoni di questa forza sono i volontari che, senza chiedere niente in cambio, animano le Feste Democratiche durante i mesi estivi. Rinunciare a queste risorse sarebbe un errore fatale e imperdonabile.

I comitati svolgeranno un ruolo fondamentale nell’avvicinare e nell’accompagnare gli elettori fino all’iscrizione al partito. Questo percorso consentirà a tante persone che fino ad oggi vivevano lontano dalla politica di compiere un passo importante che altrimenti non avrebbero mai fatto. Per rispondere a questa esigenza i comitati del territorio si stanno facendo promotori di iniziative a cui parteciperò in prima persona al fine di dare vita ad una discussione quanto più aperta ed inclusiva possibile in previsione del Congresso.

Si tratta di un aspetto prioritario, poiché a livello locale tutte le decisioni saranno assunte in modo autonomo da iscritti, elettori e militanti, senza alcun inaccettabile diktat imposto dall’alto.
Il 2 settembre, l’onorevole Dario Parrini sarà ospite a Pistoia alla Festa Democratica di Ponte alle Tavole, mentre l’8 a quella di Pieve a Nievole. Abbiamo invitato Matteo Renzi nella speranza che possa partecipare e arricchire il dibattito nella nostra Provincia con il suo carisma e con il suo entusiasmo. Mi sono speso molto affinché lui possa intervenire di persona e sono fiducioso che questo avvenga.

Nel mese di ottobre invece parteciperò ad iniziative che stanno nascendo ovunque sul nostro territorio: da Buggiano a Quarrata, fino a Pescia e Lamporecchio, con l’obiettivo di fornire un aiuto sostanziale al processo di avvicinamento al Congresso. Abbiamo il dovere di renderci protagonisti del tempo che stiamo vivendo. Proveremo a farlo, al fianco di Matteo Renzi, nella convinzione che l’unica strada percorribile sia quella di cambiare il PD, per cambiare l’Italia, con lo slancio riformista che ha sempre contraddistinto il nostro essere democratici.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


1 × otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

email-32facebook-43wikipedia youtube-21