Fanucci visita aziende larcianesi: “Investire sulle eccellenze del territorio”

Edoardo Fanucci, candidato per il Partito Democratico alla Camera dei Deputati, ha visitato, accompagnato dal primo cittadino di Larciano, Antonio Pappalardo, l’assessore alle attività produttive, Fabrizio Falasca e Pino Di Vita, capogruppo Pd in consiglio comunale, alcune imprese del nostro territorio.

Prima i lavoratori e i dirigenti della “Big Time Givers”, una delle aziende più importanti in Italia nella produzione di cartone ondulato, poi gli stabilimenti di “Tailor Made”, azienda produttrice di calzature, infine la cooperativa vinicola “Chianti Montalbano”, cantina sociale di Larciano.

Fanucci ha ascoltato le istanze degli imprenditori e garantito un impegno serio per affrontare, insieme, le questioni più urgenti. “Oggi chi fa impresa nel nostro Paese – ha detto – accetta di correre un rischio, perché si confronta con tasse alte e una burocrazia asfissiante. Per ottenere un’autorizzazione, in alcuni casi, passano addirittura anni: è inaccettabile, perché scoraggia gli investimenti e le assunzioni. Non possiamo lasciare le aziende da sole ad affrontare la crisi peggiore del dopoguerra”.

Per il vicesindaco di Montecatini Terme, la priorità è garantire certezze e regole chiare al mondo dell’impresa, così da consentire alle aziende di crescere. “Pensiamo a cosa è successo nel fotovoltaico: la confusione legislativa non ha fatto crescere il settore e ha ritardato lo sviluppo della green economy in Italia. Non possiamo permetterci di perdere ancora quote di mercato e lasciare che i capitali fuggano all’estero”.

La riforma Fornero, secondo Fanucci, non è stata abbastanza incisiva e non ha ottenuto i risultati sperati. “Ripartire dal lavoro significa per prima cosa scommettere sulle eccellenze del nostro territorio, sui giovani e sul merito. Dobbiamo restituire alle nuove generazioni il diritto di sognare un futuro migliore. Il solo partito che può riuscirci è il Pd: Berlusconi non è più credibile e il Movimento 5 Stelle non va oltre la sterile protesta”.

Le istituzioni, per troppo tempo, sono state percepite distanti rispetto alle realtà produttive, adesso è il momento di invertire la rotta.

“La politica – ha concluso Fanucci – deve promuovere riforme serie che favoriscano la crescita; allo stesso modo, i sindacati devono accettare la sfida del cambiamento. Per tornare in sintonia con l’impresa è prezioso il lavoro degli amministratori pubblici e comunali, come ce ne sono tanti anche in Valdinievole, che si impegnano con grande spirito di servizio, dedizione e in maniera disinteressata. E’ grazie anche a loro e al rapporto quotidiano con il proprio territorio se fronteggeremo le difficoltà del settore e le imprese potranno sperare di risolvere i problemi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


3 × cinque =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

email-32facebook-43wikipedia youtube-21